Articoli Recenti

Il Fondo in Memoria di Chewbaaka

THE CHEWBAAKA MEMORIAL FUND

ChewbaakaCHEWBAAKA

3 July 1995 – 3 April 2011

In Loving memory

Cari Amici,

Come probabilmente saprete, Chewbaaka, l’Ambasciatore di sempre del CCF, e mio migliore amico per quasi 16 anni, ci ha lasciati all’inizio di aprile a causa delle ferite riportate in febbraio, dopo aver cercato di abbattere un kudu – una grossa antilope – che si era introdotto nella sua recinzione. Anche se era in età avanzata, l’istinto della caccia di Chewbaaka era ancora molto vivo.

Questo non è stato certo il primo scontro con un kudu, e neanche con la morte. Sfiorò la morte già nei suoi primi giorni di vita, quando un cane di un allevatore lo trovò insieme ai suoi fratelli. Fu l’unico a sopravvivere della cucciolata. L’allevatore cerco’ di salvarlo ma peggiorò le cose. A meno di due settimane di vita, e prossimo alla morte per la seconda volta, il minuscolo cucciolo mi fu affidato. Mi dedicai a lui giorno e notte per salvarlo, e il nostro legame si rinsaldò sempre più, tanto che potevo portarmelo in giro negli ampi spazi aperti senza guinzaglio né imbragatura, senza dovermi preoccupare che potesse fuggire.

Durante tutto il tempo che abbiamo trascorso insieme, gli atteggiamenti istintivi di Chewbaaka fecero comprendere alle persone cio’ che rende i ghepardi così affascinanti e cosi’ a rischio. Il suo scatto veloce mentre rincorreva la sua esca, mostrava nella giusta prospettiva la sua velocità, lasciando a bocca aperta gli astanti. Il suo balzo privo di sforzo sul suo albero preferito ha illustrato perfettamente il sistema di rapporti sociali dei ghepardi, e chiarito quanto sia facile catturarli mentre si apprestano a salire su questi alberi. E la sua presenza maestosa ha lasciato un’impressione indelebile su tutti coloro che lo hanno incontrato – dai bambini ai capi di stato.

Ma nel corso di tutta la sua vita, Chewbaaka ha sempre sfidato la morte. Litigava con i serpenti, con i facoceri, e occasionalmente con i kudu. Nel 2010, inizio’ a mostrare i primi segni di insufficienza renale dovuta all’età. Quando si riprese, pensammo che avesse almeno nove vite.

Ma non era invincibile, lo abbiamo scoperto in aprile. Dopo la sua morte, abbiamo ricevuto centinaia di lettere che affermavano che questo enigmatico felino ha lasciato un’eredità fatta di comprensione e tolleranza verso i ghepardi, che non esisteva prima della sua nascita.

Molte persone hanno espresso il desiderio di fare una donazione in sua memoria, ecco perchè abbiamo creato il Fondo alla Memoria di Chewbaaka. Per dare il calcio d’inizio alla sua decima vita – la sua eredità – svariati sostenitori hanno fissato in 300.000$ la somma che fa raddoppiare l’importo donato. Aiutateci a raccogliere questa sfida- commemorando adeguatamente la vita e gli insegnamenti di Chewbaaka – dando il vostro contributo al Fondo alla Memoria di Chewbaaka.

Per dare il vostro contributo, compilate il modulo accluso o visitate il sito www.cheetah.org per donare online entro il 31 agosto. Donate già oggi!

Da tutti noi del CCF, grazie per il vostro sostegno in questo periodo molto difficile.

Laurie Marker

LA TUA DONAZIONE VERRA’ RADDOPPIATA DOLLARO DOPO DOLLARO FINO AL 31 AGOSTO.

Le donazioni tramite questo sito web sono deducibili fiscalmente per i contribuenti  degli Stati Uniti;  clicca qui  for per ottenere maggiori informazioni sullo statuto del CCF per la beneficenza. I sostenitori del Regno Unito possono fare una donazione tramite:www.cheetah.org.uk. Per il Canada,  cliccate qui. Per le altre zone, visitate la nostra pagina CCF Worldwide . Per l’Italia, versate sul conto seguente: Associazione  A.S.N. Ambiente Storia & Natura, Banca Sella, IBANIT51 M 03268 31310 053843267060, SWIFT SELBIT2BXXX
DONATE ORA!

Flamingo, la rivista  di bordo di  Air Namibia, ha pubblicato un meraviglioso tributo a Chewbaaka nel numero di giugno. Clicca qui  e sfoglia fino a pagina 44 per vedere l’articolo, o vai al menu in basso a sinistra alla voce “Loss of Namibian Icon” (La scomparsa di un simbolo della Namibia).