Articoli recenti

Volete saperne di più?

Talk to CCF’s Researchers

Cliccando sul link qua sopra sarete collegati con i nostri specialisti in Namibia!

Un modo come un altro per saperne di più!

Cordiali saluti,

Il CCF ITALIA


SOMALILAND: sosteneteci!

Questi cuccioli sono stati salvati e ora vengono curati dal Cheetah Conservation Fund in Somaliland. Sostenete il nostro lavoro, grazie!


La Giornata della Terra!

Dal CCF in Namibia il saluto di tutto il valoroso personale, da Bruce a Laurie…!


Il dopo Covid -19 in Cina

https://www.ilpattosociale.it/attualita/il-dopo-covid-19-la-cina-pubblica-lelenco-di-animali-da-allevamento/


Live Stream | The Charity Film Awards

THE VIRTUAL EVENT – TUESDAY 21 April 7PM

Charity Film Awards Virtual EventCountdown(function(d, s, id) { var js, pjs = d.getElementsByTagName(s)[0];…
— Leggi su charityfilmawards.com/live-stream

Votate subito per il Cheetah Conservation Fund e guardate la serata di premiazione domani alle 19 ora UK.


Notizie da Erindi: I 4 cuccioli di Tatiana!

I quattro cuccioli di Tatjana stanno bene, sono nella Riserva Privata di Erindi. Il ricercatori del CCF non possono però recarsi ad Erindi di questi tempi, quindi siamo molto grati alla squadra di Erindi per tutto l’impegno profuso. Infatti hanno controllato alcune volte la famiglia per essere certi che stiano bene. Qui pubblichiamo alcune foto di Barth Balli, una delle guide di Erindi. Così la famiglia verrà controllata regolarmente fino a quando i cuccioli saranno cresciuti e in grado di seguire la mamma. Questo è il periodo più rischioso per i quattro piccoli, perché restano soli quando la madre si allontana per cacciare. La mamma passa tutto il tempo disponibile con i suoi cuccioli, e nonostante i nostri orfani abbiano avuto una breve esperienza con la propria madre, i ghepardi riabilitati del CCF dimostrano di allevare con successo i propri cuccioli.


30 anni di Cheetah Conservation Fund – una retrospettiva

youtu.be/1Kgb7a8ghk4

Cari Amici, il CCF Canada ci offre una carrellata di trenta lunghi anni di lavoro e dedizione per i ghepardi….la dr. Marker ha iniziato nel 1977 a cercare un Paese dove potere verificare l’attitudine alla caccia di un ghepardo nato in cattività: Kayay era una piccola ghepardina che si portò in Namibia per testare la sua natura innata. Il risultato è stato rendersi conto che una specie era a rischio, talmente a rischio da rischiare l’estinzione.

Il risultato lo conoscete. Speriamo solo che quest’anno sarà possibile festeggiare questi 30 anni di attività in modo esemplare almeno in Namibia. Ce lo auguriamo di cuore.

Da noi tutti : state a casa, e non rischiate.

Il CCF Italia