Articoli recenti

Operazione di salvataggio di 8 cuccioli

COMUNICATO STAMPA

Il Governo del Somaliland e il Cheetah Conservation Fund recuperano otto cuccioli di ghepardo destinati al commercio illegale in tre successive operazioni.

HARGEISA, Somaliland (30 luglio 2020) – Lavorando durante il Covid, il Ministero per l’Ambiente e lo Sviluppo Rurale del Somaliland (MoERD), l’Amministrazione regionale Selel e le Forze di Polizia del Somaliland, con il supporto del Cheetah Conservation Fund (CCF) e di Torrid Analytics hanno salvato otto cuccioli di ghepardo nel corso di tre distinte operazioni successive nelle regioni di Selel e Awdal (18-29 luglio). Sette cuccioli hanno un’età che varia dalle 2,5 settimane alle 10 settimane , mentre l’ottavo ha circa sei mesi. Le autorità ritengono che i sette cuccioli siano stati sottratti alle madri nel Corno d’Africa, nelle regioni occidentali confinanti con l’Etiopia nel mese di luglio. Il cucciolo piu’ grande è stato trattenuto da un membro della comunità locale per diversi mesi, dopo che il trafficante di un’altra regione non è riuscito a trovare un acquirente. Tutti e otto dovevano essere smerciati nel traffico illegale di animali esotici.

“Siamo felici di potere riportare i dettagli delle missioni di recupero effettuate con successo dal Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Rurale del Somaliland, dalle Forze dell’Ordine, dall’Amministrazione Regionale di Selel, da Torrid e dal CCF nel corso degli ultimi 10 giorni”, ha dichiarato Shukri H. Ismail, Ministro dell’Ambiente e dello Sviluppo Rurale. “Nell’intercettare i trafficanti che transitano attraverso il Somaliland e nel recuperare i cuccioli, inviamo un messaggio chiaro alle persone che sono tentati dall’effettuare questa attività illegale: non fatelo.”

Le missioni sono state lanciate dal MoERD in collaborazione con la Polizia del Somaliland e le rispettive amministrazioni regionali, con il sostegno del CCF e di Torrid. La prima cattura è avvenuta sabato 18 luglio, e si è conclusa in tarda serata il 19 luglio. Cinque cuccioli sono stati intercettati presso dei nomadi che secondo le loro affermazioni, avevano preso i cuccioli dopo che la madre aveva ucciso una loro capra. I nomadi hanno accettato di affidare alle autorità locali gli animali, dopo che sono stati informati della natura illegale del commercio di fauna selvatica. Il giorno successivo, il MoERD e il CCF si sono addentrati in una regione remota per recuperare gli animali.

Il Dr. Muse Saed Jama, formato in veterinaria dal CCF, ha prestato le prime cure ai cuccioli e li ha preparati ad effettuare il lungo viaggio di ritorno verso il Rifugio Sicuro del CCF e nell’ambulatorio veterinario di Hargeisa.
Durante la seconda missione, una squadra congiunta di MoERD-CCF si è recata nella regione di Awdal il 24 luglio per salvare due cuccioli intercettati dalla Polizia regionale di Awdal nei pressi di Borama. I membri della comunità locale si sono presi cura dei cuccioli in attesa dell’arrivo della squadra di salvataggio del MoERD-CCF. Una volta sul posto, l’équipe ha appreso con sorpresa che i cuccioli erano nelle mani dei trafficanti da 25 giorni. Anche se sottopeso e disidratati, tutti erano pieni di energia e di vitalità.
Il giorno seguente, il 25 luglio, un’altra operazione si è conclusa con successo sotto il comando della Polizia regionale di Selel e dell’Amministrazione Regionale di Selel a Xariirad. Le Forze di Polizia di Selel hanno prelevato un cucciolo da un nomade locale e si sono presi cura del cucciolo insieme alla comunità locale fino all’arrivo della squadra di salvataggio MoERD-CCF il 29 luglio. La squadra ha ritardato il suo arrivo a causa di una inondazione improvvisa nella regione.

Il funzionario per la fauna selvatica del MoERD Abdinassir Hussein ha parlato con la comunità e registrato coloro che sono stati decisivi nella cattura dei 5 ghepardi cuccioli il 19 luglio. La Dr. Asma Bile ha somministrato fluidi e registrato peso e temperatura prima di rientrare ad Hargeisa il 24 luglio.

“La nostra squadra si è coordinata molto bene con le autorità locali ed i membri della comunità per recuperare velocemente tutti e otto i cuccioli. In questo modo avranno più possibilità di sopravvivere. “ Dati i pochi esemplari che restano nel Corno d’Africa, la vita di ogni singolo cucciolo è importante”, ha detto la Dr. Laurie Marker, Fondatrice e Direttore esecutivo del CCF. “ Molte persone ci chiedono se nonostante il COVID-19 i traffici illeciti continuano, e sappiamo che la risposta è affermativa. Ci siamo resi conto di come i coronavirus possono diffondersi, cioè anche tramite gli animali selvatici che attraversano i confini internazionali, cosicché dobbiamo fermare coloro che tolgono gli animali selvatici dal loro habitat naturale. Per la loro salute, certo, ma anche per la nostra”.

Il Governo del Somaliland, con i suoi partner internazionali ha lavorato incessantemente durante il periodo del COVID-19 per sgominare le reti di commercio illegale. Queste tre missioni di salvataggio non sono state le prime da quando la pandemia è iniziata. In aprile, la squadra di salvataggio MoERD-CCF ha effettuato un percorso di 1000km nella regione di Sool per salvare due giovani cuccioli confiscati dalle forze militari del Somaliland. Purtroppo, un cucciolo è morto subito dopo il suo arrivo al Rifugio Sicuro di Hargeisa. Quei cuccioli, nettamente in contrasto agli otto, erano in condizioni di salute pessime, con diarrea e coccidiosi dovuta a parassiti interni, e con il corpo infestato da parassiti. Entrambi erano gravemente malnutriti e disidratati.

Il personale ripone molte piu’ speranze per gli otto cuccioli recuperati. Durante tutte e tre le operazioni, i cuccioli sono stati subito soccorsi sul posto con le prime cure di emergenza, e sono stati immediatamente trasportati alla struttura del CCF di Hargeisa. Anche se sono stati separati dalla madre in una fase vitale del loro sviluppo, il CCF informa che i cuccioli mangiano con appetito e lottano per sopravvivere. Il Dr. Muse Saed Jama, veterinario formato al CCF, ha fornito le prime cure nella prima missione di recupero a Xariirad, mentre la veterinaria del CCF, la Dr. Asma Bile si è occupata dei cuccioli durante la seconda e la terza missione.

“La nostra sincera gratitudine va ai membri della comunità delle regioni di Awdal e Selel, il cui aiuto prezioso ha permesso il successo delle missioni della settimana scorsa”, ha ricordato Abdinasir Hersi, Direttore Generale del MoERD. Con il recupero degli otto cuccioli dal Somaliland occidentale, il numero di ghepardi in cura presso il CCF di Hargeisa è salito a 41, una cifra record per questo progetto.
#####
Ministry of Environment and Development, Republic of Somaliland
Il mandato del Ministero per l’Ambiente e lo Sviluppo rurale (MoERD) della Repubblica del Somaliland mira a conservare, tutelare e gestire lo sviluppo nazionale delle risorse naturali e dell’ambiente a favore delle popolazioni del Somaliland. Il MoERD promuove il settore della pastorizia tramite lo sviluppo sostenibile che mira ad eradicare la povertà, incrementandole condizioni di vita, mentre assicura alle generazioni future un ambiente protetto e conservato.
Cheetah Conservation Fund
Il Cheetah Conservation Fund (CCF) è il leader globale di ricerca e conservazione dei ghepardi dedito alla salvezza del ghepardo in natura. Fondato nel 1990, il CCF è una organizzazione internazionale non-profit con il suo Quartier Generale in Namibia. Nel 2020, il CCF celebra il suo trentesimo anniversario, ed è l’organizzazione più longeva e affermata per la conservazione del ghepardo.
Per maggiori informazioni su come prestare il vostro aiuto, visitate il sito http://www.cheetah.org.
Torrid Analytics
Torrid Analytics è una società con sede in Somaliland, specializzata in ricerche complesse, che agevola e sostiene la capacity-building in aree di criticità per il governo e per i partner non-profit in tutto il Corno d’Africa.

*****INTERVISTE, FOTO E VIDEO B-ROLL VIDEO SU RICHIESTA *****
MEDIA CONTACT: Susan Yannetti, susan@cheetah.org or +12027167756
oppure: bvonhoe@cheetah.org


Ecco le nostre nuove mascherine CCF!

Anche voi siete stufi di portare mascherine pesanti, che appannano gli occhiali, che fanno sudare, e che danno fastidio…per non parlar del costo?

Ecco, grazie all’inventiva di due abili imprenditrici, abbiamo pronta una soluzione per voi!

Le mascherine in TNT, leggere, comode, anallergiche, idroreppelenti, atossiche che non si agganciano alle orecchie ma dietro alle orecchie, che non vengono buttate via intere ogni volta che non sono piu’ utilizzabili…e che hanno un prezzo moderato oltre alla qualità di un prodotto ben fatto.

Sono leggere, allegre e colorate, serie o misurate, e sono contenute in un kit che contiene:
– 3 mascherine colorate in TNT, adatte anche ad ambienti polverosi e con pollini
– 1 coppia di fermagli
– 1 metro di fettuccia elastica
– 15 filtri antibatterici e antipolline

Le mascherine possono esssere lavate 15/20 volte a 30°C o disinfettate con acqua e alcol 80°, mentre i filtri vanno inseriti in una tasca interna e cambiati dopo 3 volte, anch’essi lavabili.
Separatamente potete acquistare anche 3 mascherine di ricambio.

Il prezzo ? 15€ per il kit, e 6€ il ricambio.

E i bambini? Misure anche per loro, stesso prezzo ma …4 mascherine!

Ordinatele sul nostro sito http://www.ccf-italia.org oppure riempite il formulario dei nostri acquisti con indirizzo dove spedirle. Potete effettuare un bonifico sul nostro conto o pagare con Paypal o carta di credito.


19a32593-4c84-4e9e-8a86-1655f4dba868


Ancora una settimana all’arrivo di Laurie Marker in Europa!

Cari Amici,

Desideriamo ricordare a tutti coloro che non avessero avuto modo di saperlo, che il Tour europeo della Dr. Marker , Fondatrice del Cheetah Conservation Fund www.cheetah.org in Namibia, inizierà il 29 gennaio prossimo a Strasburgo, e che successivamente saremo a Milano e Verona per una conferenza all ‘Università di Lodi e a Verona al Museo di Storia Naturale.

Dato che molti di voi hanno espresso il desiderio di conoscere personalmente la dr. Marker, per l’occasione abbiamo organizzato una cena conviviale in entrambe le città per chè sarà l’occasione giusta per farle domande e conoscere maggiori dettagli sul suo progetto.

Se volete partecipare, fate un bonifico entro il 31.1. di 60€ che comprende il costo della cena e delle bevande unitamente ad una piccola donazione a favore del Centro.

Sulla locandina troverete tutti i dettagli.

Siamo certi che non sarete delusi!

A presto,

Il CCF Italia


Grazie al TG5 !!!! E a M.Luisa COCOZZA !!!

Per averci creduto….!


Unisciti a noi il 3 di ottobre per la Festa di beneficenza virtuale del CCF!

Unisciti a noi il 3 di ottobre per la Festa di beneficenza virtuale del CCF!

— Leggi su public.3.basecamp.com/p/rxqX3uxt7ZfrTzojX1gEvwpa


Altri 3 cuccioli salvati in Somaliland!

Il @MoERD_JSL e il @CCFCheetah hanno salvato 3 cuccioli di ghepardo nella zona rurale di Xariirad. I cuccioli , due maschi e una femmina, erano tenuti da un membro di una comunità locale in conflitto con i predatori che attaccano il bestiame.


Cheetah Updates Livingstone – YouTube

Cheetah Updates Livingstone – YouTube
— Leggi su www.youtube.com/embed/Qt3jcSoL0C0


Perché l’antilocapra è il mammifero più veloce d’America – La Rivista della Natura

Il ghepardo, si sa, è il mammifero più veloce del mondo ma in America c’è un altro mammifero che in fatto di velocità può dire la sua: l’antilocapra.
— Leggi su rivistanatura.com/perche-lantilocapra-e-il-mammifero-piu-veloce-damerica/


In Somaliland si pensa alle donne!

Due dei nostri veterinari in #Somaliland , Anna e Laura, hanno partecipato a una conferenza veterinaria organizzata dalla Somaliland Women Veterinary Organization. Asma, che ricopre il ruolo di primo soccorritore per i cuccioli di ghepardo confiscati, ha organizzato la conferenza e funge da presidente dell’organizzazione.


Un maschio selvatico al CCF!

Cari Amici,

Martedì è arrivato da noi un ghepardo maschio selvatico. Il brillante team del CCF ha svolto un esame completo di prelievo di sangue e misurazioni . È in ottime condizioni di salute e sta aspettando un collare satellitare prima di essere liberato tra un paio di settimane. . #SaveTheCheetah


Inverno Sudafricano: foto splendide di ghepardi!

(Photo courtesy K.Frost)

Mentre in Namibia, il 1. Settembre segna l’inizio della primavera!

(Photo courtesy Katja Salzbrunn Basler)


Il CCF Italia a Brancaleone!

Il CCF Italia, nella persona del vicepresidente Dr. Maurizio Ritorto, ha visitato il Centro di Recupero di tartarughe marine a Brancaleone.

La conservazione non finisce mai!


Un articolo di Elisabetta Corrà sui ghepardi in Sudafrica!

Questo articolo ha approfondito la situazione in Sudafrica, che per fortuna non è quella della Namibia.

Durante lo scorso CoP CITES 18, il CCF ha proposto dei cambiamenti sostenuti da altri Paesi africani, ma che purtroppo non sono stati accolti. Non rinunciamo comunque ad insistere.

https://www.lastampa.it/tuttogreen/2020/07/10/news/sterminati-e-allevati-in-batteria-i-ghepardi-africani-verso-un-triste-destino-1.39059149


Il CCF : prima pagina in Namibia!

La fondatrice e direttrice esecutiva di CCF, la dott.ssa Laurie Marker, #Cheetah la guardia Becky Johnston e Resident Cheetah Smartman sono sulla prima pagina di Allgemeine Zeitung con una risonanza magnetica per ghepardi per la prima volta al Mediclinic Southern Africa. #SaveTheCheetah